Le nostre attività

L'Associazione promuove e coordina vari progetti ed iniziative sia in Italia che in Brasile, con l'intento di favorire lo sviluppo e la diffusione della cultura della solidarietà.



»buon lavoro Padre Antonio!

Padre Antonio Guglielmi

Il 23 ed il 24 febbraio 2007 è venuto a trovarci, a Trento, Padre Antonio Guglielmi, Amministratore della diocesi di Balsas, per conoscerci e per riflettere assieme.
Sono state due giornate molto intense vissute in Associazione ma anche caratterizzate da molti incontri importanti e, in particolare, con il Vescovoo Bressan, con il Sindaco ed il Vice Sindaco di Trento, con il Presidente ed i rappresentanti del Lions Club Trento Host, con i responsabili della Misericordia di Trento, con gli amici dell’Associazione Arte Contemporanea, della Galleria civica e dell’iniziativa "Vino per acqua", con le Conferenze di S. Vincenzo, con il Gruppo missionario dei Solteri e con la Comunità di padre Butterini.
Sono stati contatti molto importanti che hanno ricordato a Padre Antonio quanto è profondo il segno che Dom Franco ha lasciato a Trento.
Altrettanto importanti sono stati i momenti di riflessione e i tentativi di dare una risposta alla domanda che tutti ci siamo posti, appena passata l’incredulità per la morte di Dom Franco, cosa facciamo adesso?
In primo luogo abbiamo preso atto dell’impegno di Padre Antonio nella sua funzione di Amministratore diocesano. E’, questo, un ruolo molto importante e delicato che richiede grande dedizione e molta fatica.
Nei momenti di transizione è assai difficile per tutti gestire l’oggi e pensare al domani.
P. Antonio ci è piaciuto. E’ una persona pacata dallo sguardo fermo, capace di esprimere pensieri rigorosi in modo semplice ed ha molto chiare le difficoltà del suo incarico.
Noi abbiamo cercato di esprimergli il ns. sentimento di amicizia e la volontà di essere vicini, per suo tramite, alla Diocesi di Balsas.
Siamo impegnati a dare il meglio delle nostre possibilità, così come crediamo che Dom Franco ci chiederebbe di fare.

Per questo, con un caro augurio di buon lavoro a Padre Antonio, oltre al piacere di una nuova amicizia, siamo felici di poterlo accompagnare nel suo percorso di servizio alla Diocesi di Balsas.

S. Messa di venerdì 23 febbraio 2007 celebrata da padre Antonio (PDF 120 KB)

»riflessioni

Dopo l’incontro con Padre Antonio, preso atto della situazione e delle attuali condizioni in cui si trova la Diocesi di Balsas, abbiamo ritenuto di definire alcuni punti programmatici e di riferimento per l’anno 2007.

  1. L’associazione intende mantenere come punto costante di riferimento la Diocesi di Balsas ed i suoi responsabili ai quali riconosce la titolarità di saper/poter valutare importanza/urgenza e priorità per quanto attiene l’insieme dei progetti.
  2. In questa fase di transizione ed in attesa di veder confermata la linea pastorale di dom Franco, si ritiene di impegnarsi per sostenere l’insieme di progetti avviati, con attenzione a quelli più critici. Pur lavorando per programmare e pianificare progetti, in questa fase risulterebbe inopportuna la loro attivazione operativa che viene rinviata all’attività 2008, qualora le condizioni lo permettano.
  3. Facendo seguito al meeting di Brescia e dopo l’incontro con Padre Antonio, siamo ora in grado di sintetizzare in un breve documento i criteri afferenti l’impostazione delle nostre attività ed in particolare il programma per l’anno 2007. In primo luogo la nostra Associazione anche statutariamente sarà informata costantemente dello “specifico riferimento alla linea di pensiero e di prassi di dom Franco Masserdotti, particolarmente attenta alla crescita integrale (spirituale e sociale) delle classi più deboli della Società in generale e del mondo impoverito, in particolare”.
    Per questo, intende sostenere e promuovere iniziative e progetti nell’ambito del Sud del mondo, con puntuale riferimento al Brasile ed alla Diocesi di Balsas in particolare.
  4. Nell’ambito dell’attività, così come evidenziato nel documento riassuntivo del meeting di Brescia, l’Associazione  sarà disponibile a fungere da referente ed effettuare service per singoli o gruppi, nel far convergere risorse verso progetti da questi programmati.
  5. Fra i progetti e le attività in corso, l’Associazione sceglie quale “Progetto Bandiera” per il 2007 “Radio Buona Notizia” che risulta essere particolarmente in sofferenza. Si elaborerà, quindi, un progetto per la Comunicazione, da promuovere e presentare per la raccolta delle risorse.
  6. Per seguire una indicazione a suo tempo sollecitata da dom Franco, ci attiveremo per editare, con cadenza almeno semestrale, una news letter informativa, contenente tante “scheda progetto” quanti sono i progetti in corso e quanto altro risulti utile in termini di informazione o di rendicontazione.
  7. Abbiamo concordato con Padre Antonio che la trasmissione delle risorse disponibili sarà effettuata mediante trasferimento di accredito sul conto corrente della Diocesi con indicazione della destinazione (progetto specifico o altro).
  8. Per quanto attiene la nostra collaborazione per la “Biografia di dom Franco” siamo disponibili ad attivarci con un gruppo di persone “testimonial” che assieme possono raccontare agli altri la proposta di vita di Franco Masserdotti ed i suoi principi di riferimento. Di converso, non abbiamo alcuna disponibilità per qualsiasi cosa che possa assomigliare ad un “santino”.

(indietro)